Lo Studio

Lo Studio nasce dal progetto degli avvocati
Mario Gebbia e Maurizio Bortolotto

Lo Studio nasce dal progetto degli avvocati Mario Gebbia e Maurizio Bortolotto con l’obiettivo di offrire, in particolare alle aziende, un servizio efficiente ed attento, mediante una struttura agile e moderna, ispirata ad una visione pragmatica del diritto dell’impresa, dove la professionalità dell’avvocato non deve essere soltanto mirata alla risoluzione del problema processuale, ma anche e soprattutto a fornire quegli strumenti conoscitivi ed organizzativi affinché il rischio di incriminazione possa essere sensibilmente ridotto se non addirittura eliminato.

Lo Studio si occupa di consulenza ed assistenza, processuale e consulenziale, nell’ambito del diritto penale ed, in particolare, in materia di:

  • Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro,
  • Diritto dell’Ambiente,
  • Responsabilità amministrativa delle persone giuridiche,
  • Corporate governance.

    Questi quattro settori costituiscono gli aspetti più salienti delle scelte professionali dello Studio, fermo restando il fatto che è tutto il diritto penale di impresa, nelle sue complesse ed articolate derivazioni, l’oggetto di maggiore interesse per l’attività dello Studio.

    Su segnalazione dei suoi clienti, lo Studio è stato premiato con il Legal Awards (www.legalcommunity.it – sito cui fanno riferimento i principali studi legali nazionali ed internazionali operanti in Italia) come "miglior Studio dell'Anno Penale Energy" per l'anno 2016 e con il "Premio Le Fonti" nella categoria Boutique di Eccellenza dell'Anno per il Diritto Penale Ambientale per gli anni 2016 e 2017 (www.lefontiawards.it - i risultati della votazione, il vaglio delle domande e il processo di selezione sono affidati alle redazioni che curano le pubblicazioni di World Excellence, del quotidiano online Finanza & Diritto e della rivista internazionale IAIR Review)

    Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

    Diritto dell’ambiente

    Responsabilità amministrativa delle persone giuridiche

    Corporate governance

    Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

    “L'iniziativa economica privata è libera. Non può svolgersi in contrasto con l'utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana”

    (art. 41 della Costituzione)

    Oltre ad offrire un’assistenza processuale altamente specializzata, frutto di una pluriennale esperienza maturata nelle aule di giustizia, viene proposta anche un’attività di consulenza volta a consentire alle società un’efficiente organizzazione interna.

    Questa attività trova come punto di partenza un’approfondita analisi dei poteri/doveri connessi alla figura del datore di lavoro e degli altri soggetti della sicurezza ed è finalizzata alla ricerca del miglior assetto organizzativo.

    Diritto dell’ambiente

    “La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica. Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione”

    (art. 9 della Costituzione)

    Anche in quest’ambito lo studio è in grado di offrire un’assistenza processuale fondata su una esperienza molto ampia e diversificata, cogliendo anche l’importanza strategica della scelta e del coordinamento di consulenti tecnici esperti della materia.

    Proprio questa esperienza, unita al costante aggiornamento, anche per ciò che attiene agli orientamenti della giurisprudenza nonché degli enti titolari di funzioni autorizzative e di controllo, consente ai professionisti dello studio di proporre un’attività di consulenza ispirata ad una coerente ed efficiente organizzazione dei soggetti e delle funzioni aziendali interessate al rispetto della complessa normativa ambientale.

    Responsabilità amministrativa delle persone giuridiche

    “La responsabilità penale è personale”

    (art. 27 della Costituzione)

    In quest’ambito lo Studio ha maturato un’ampia esperienza sia processuale sia di consulenza.
    Pertanto, i professionisti dello Studio sono in grado di assicurare un solido supporto alla Società sin dalle prime fasi di risk analysis.

    Tale attività prosegue ben oltre la preparazione e la stesura del Modello Organizzativo, giungendo a diventare anche consulenza ed ausilio a supporto dell’Organismo di Vigilanza.

    Corporate governance

    “Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile”

    Francesco D’Assisi

    Gli ambiti di consulenza descritti coinvolgono la gestione della società, i suoi attori ed i suoi obiettivi.

    Pertanto, l’attività di consulenza che lo Studio offre può estendersi oltre i singoli ambiti di interesse penalistico, giungendo a coinvolgere ed esaminare: i processi di direzione e controllo, le linee guida etiche-societarie, le regole, le relazioni, i processi ed i sistemi aziendali.

    Chi Siamo

    http://www.gbpenalisti.it/sites/default/files/styles/slide_home/public/_DSC5263-Modifica_0.jpg?itok=MFjcaVzd

    Mario Gebbia

    Avvocato

    Mario GEBBIA
    mario.gebbia@gbpenalisti.it

    Iscritto all’Albo del Consiglio dell’Ordine di Torino dal dicembre 1995.
    Dal 2008 è iscritto all’albo speciale degli avvocati ammessi al patrocinio dinanzi alla Corte di Cassazione ed alle Altre Giurisdizioni Superiori.

    Aree di specializzazione:

    • Diritto penale dell’ambiente;
    • Diritto penale del lavoro con particolare attenzione ai temi inerenti la sicurezza ed igiene sul lavoro (infortuni sul lavoro, malattie professionali);
    • Aspetti applicativi del decreto D.lgs. 231/01 in tema di responsabilità amministrativa degli enti (redazione modelli organizzativi, implementazione sistemi di gestione e governance);
    • Diritto penale societario.

    Esperienze professionali:
    Dal 2011 fondatore dello Studio Gebbia Bortolotto Penalisti Associati, specializzato nell’ambito del diritto penale ed, in particolare, nell’ambito del diritto penale d’impresa (d.lgs. 81/08, d.lgs. 152/06, d.lgs. 231/01).

    Consulente, nelle suddette materie, di diverse aziende nazionali e gruppi internazionali operanti in vari settori del mercato (energetico, petrolchimico, finanziario, infrastrutturale, ecc.).
    In ambito processuale ha difeso numerosi amministratori e dirigenti in noti processi penali per reati commessi in violazione delle norme poste a tutela della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, ambientali e contro l’incolumità pubblica.
    Ha, inoltre, partecipato, in qualità di difensore, a numerosi processi per delitti contro il patrimonio, contro la fede pubblica e contro il commercio, societari ed urbanistici.
    E’ stato professore a contratto presso il Politecnico di Torino II Facoltà – Ingegneria Energetica (cattedra di “Elementi di diritto in materia di sicurezza, igiene sul lavoro e ambiente”. A.A. 1998/1999 – 1999/2000 – 2003/2004 – 2004/2005 – 2005/2006 – 2006/2007).
    Ha svolto attività di docenza presso la Scuola di Amministrazione Aziendale di Torino, con riferimento alle materie del diritto ambientale e della sicurezza ed igiene sul lavoro (Master Business Administration; Master in esperto ambientale; Master Giuristi d’impresa. A.A. 1998/1999 – 1999/2000 – 2000/2001 – 2001/2002 – 2002/2003 – 2003/2004 ).
    Ha collaborato con gli enti pubblici, prestando attività di consulenza in materia di gestione delle terre e rocce da scavo e predisponendo delle linee guida.
    Nell’anno 2000 viene associato dallo Studio Lageard Associazione Professionale, con cui collaborava già dal 1991.

    Pubblicazioni Mario Gebbia

    Numerose sono le sue pubblicazioni e collaborazioni editoriali in materia di diritto penale. Tra queste si indicano:

    • “Disastro e inquinamento, confronto e applicabilità”, in Ambiente & Sicurezza, 2017, n.5, pag.91;
    • “Nuovi delitti ambientali sotto i riflettori dei giudici”, in Ambiente & Sicurezza, 2017, n.3, pag.94;
    • “Emissioni olfattive e art. 674 del codice penale”, in Ambiente & Sicurezza, 2017, n.2, pag.97;
    • “Il ravvedimento operoso nei delitti ambientali”, in Ambiente & Sicurezza, 2017, n.1, pag. 121;
    • “Diritto penale dell’impresa”, diretto da Cesare Parodi, Giuffrè Editore, Ottobre 2016;
    • “Prescrizione ambientale: una disciplina in evoluzione”, in Ambiente & Sicurezza, 2016, n. 16, pag. 87.
    • “Legge 68/15 ed estinzione dei reati ambientali: quale ambito di applicazione?”, in Ambiente & Sicurezza, 2016, n. 4, pag. 72.
    • “Superamento concentrazione soglia di rischio e nuovi delitti ambientali: quale rilevanza?”, in Ambiente & Sicurezza, 2016, n. 14, pag. 84.
    • “Rottami ferrosi e non ferrosi. Le insidie della raccolta, tra “privati” e “ambulanti””, in Ambiente & Sicurezza, 2016, n. 10, pag. 68.
    • “Il Dlg.s. n. 105/2015 in materia di rischi di incidenti rilevanti, in Ambiente & Sicurezza, 2015, n. 18, pag. 85
    • “L’omessa bonifica nel sistema sanzionatorio ambientale”, in Ambiente & Sicurezza, 2015, n. 16, pag. 95
    • “I nuovi delitti ambientali (l. 22 maggio 2015, n. 68)” Cesare Parodi, Mario Gebbia, Maurizio Bortolotto, Valentina Corino, Giuffré Editore, Milano, giugno 2015.
    • “Reati ambientali ed esclusione della punibilità per tenuità del fatto: quali prospettive?” in Ambiente e Sicurezza, 2015, n. 14, pag. 72
    • “Reato di disastro ambientale: il momento della ‘consumazione’”, in Ambiente e Sicurezza, 2015, n. 6, pag. 103
    • “Riutilizzo di residui e normativa sui rifiuti”, in Ambiente e Sicurezza, 2015, n. 2, pag. 60
    • “Modelli di gestione e organizzazione: strumento di difesa per gli enti?” in Ambiente e Sicurezza, 2014, n. 5, pag. 19
    • “Autorizzazione integrata ambientale: le modifiche dell’ apparato sanzionatorio ” in Ambiente e Sicurezza, 2014, n. 22, pag. 79
    • “La delega in materia ambientale aspetti legislativi e giurisprudenziali” Mario Gebbia, Maurizio Bortolotto in Ambiente e Sicurezza 5, 2013, p. 72
    • “Gestione dei rifiuti in cantiere: i soggetti penalmente responsabili”, in Ambiente & Sicurezza, 2013, pag. 79
    • “Condotta imprudente del lavoratore: la valutazione tra nesso e colpa” in Ambiente & Sicurezza, 2013, pag. 27
    • “La 231 ambientale”. Cesare Parodi, Mario Gebbia, Maurizio Bortolotto, Gruppo 24 ore, Milano, maggio 2012.
    • “Soluzione sottoprodotto: scelta a rischio contestazione per il produttore del residuo”, in Ambiente & Sicurezza 2011, 10, 85.
    • “Quale tutela per gli operatori nelle forniture ai cantieri?” in Ambiente & Sicurezza, 2010, 2, 27.
    • “Le novità sulla delega tra limiti e dovere di controllo”, in Ambiente & Sicurezza, 2009.
    • “Il divieto di subdelega sui doveri della sicurezza è solo un mito da sfatare?” in Ambiente & Sicurezza, focus T.U. articolo, 2009, n. 11.
    • “I soggetti penalmente responsabili in materia di sicurezza e igiene sul lavoro”, Il sole 24 ore, Milano, 2008.
    • “Tra delega e data certa alcune importanti riflessioni sulla valutazione del rumore”, in Ambiente & Sicurezza, 2008, 18.
    • “Il committente nel cantiere: possibile incostituzionalità sulla riforma degli obblighi?”, in Ambiente & Sicurezza, 2008, 14.
    • “Dalla detentiva alla sostitutiva le previsioni sanzionatorie per i soggetti della sicurezza”, in Ambiente & Sicurezza, 2008, 13.
    • “Responsabilità amministrativa: dubbi di costituzionalità delle sanzioni”, in Ambiente & Sicurezza, 2007, 19.
    • “Il riassetto dell’apparato sanzionatorio tra violazione sostanziale e formale”, in Ambiente & Sicurezza, 2007, 18.
    • “Il piano di riforma della sicurezza tra misure operative e delega al Governo”, in Ambiente & Sicurezza, 2007, 17.
    • “Pro e contro del D.Lgs. n. 257/2006 tra abrogazioni e nuove disposizioni” in Ambiente e sicurezza, 2006, 23.
    • “Il D.Lgs. n. 195 e la protezione acustica: principali problematiche interpretative”, in Ambiente & sicurezza, 2006, 19.
    • “Inquinamento e omessa bonifica: un presupposto di fatto ed una condotta omissiva a patto che siano riferibili alla stessa persona fisica. Nota sull’art. 51 bis d.lgs. 22/1997”, in Sicurezza e Notizie, 1.
    • “Inquinamento e omessa bonifica: un presupposto di fatto ed una condotta omissiva a patto che siano riferibili alla stessa persona fisica. Note sull’art. 51 bis D.Lgs. 22/1997“, in GEAM, Geoingegneria Ambientale e Mineraria, 2005, 4.

    Ha svolto numerose docenze in corsi e convegni in materia di diritto ambientale ed in tema di diritto penale del lavoro (ad es. Unioni Industriali di Torino, Verbania, Cuneo; C.S.A.O.; ISPER; SOGES; Ordini professionali; Ecolavservice; Ecosafe; Ascomforma Cuneo; Collegio Ingegneri di Cuneo, Saluzzo, Bra, Istituto Tecnico Professionale di Piacenza). Si segnalano tra i più recenti:

    • 25/1/2016 - Scuola Superiore della Magistratura - Struttura Didattica Territoriale del Distretto della Corte di Appello di Torino – “Sicurezza nella scuola: verso una responsabilità chiara e sostenibile”, con intervento dal titolo “La difesa nei processi per infortuni in sede scolastica: il rifiuto della logica del capro espiatorio”;
    • 19/11/2015 - ASAP Service Management Forum: “Logistica dei ricambi e gestione di rifiuti speciali per l'assistenza tecnica on-site”, con intervento dal titolo “Gestione e trasporto rifiuti da manutenzione: aspetti legali”;
    • 30/6/2015 - Unione industriale di Torino: “I nuovi delitti in materia ambientale”;
    • 21/4/2015 – Optime – “Rischio amianto. Le criticità più ricorrenti nella gestione del rischio. Le responsabilità dei soggetti. La recente giurisprudenza”.
    http://www.gbpenalisti.it/sites/default/files/styles/slide_home/public/_DSC5197-Modifica.jpg?itok=HcUcLoud

    Maurizio Bortolotto

    Avvocato

    Maurizio BORTOLOTTO
    maurizio.bortolotto@gbpenalisti.it

    Avvocato iscritto al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Torino dal 15 gennaio 2002.
    Dal 2014 è iscritto all’albo speciale degli avvocati ammessi al patrocinio dinanzi alla Corte di Cassazione ed alle Altre Giurisdizioni Superiori.

    Aree di specializzazione:

    1. Diritto penale dell’ambiente;
    2. Aspetti applicativi del decreto D.lgs. 231/01 in tema di responsabilità amministrativa degli enti (redazione modelli organizzativi, implementazione sistemi di gestione e governance);
    3. Diritto penale del lavoro con particolare attenzione ai temi inerenti la sicurezza e l’igiene sul lavoro (infortuni sul lavoro, malattie professionali);
    4. Diritto penale societario.

    Esperienze professionali:
    Dal 2011 socio fondatore dello Studio Gebbia Bortolotto Penalisti Associati, ha maturato ampia esperienza nella gestione dei profili penali connessi al rispetto del d.lgs. 81/08 e d.lgs. 152/06, anche con riferimento alle implicazioni connesse con il sistema di responsabilità di cui al d.lgs. 231/01.
    Consulente, nelle suddette materie, di diverse aziende nazionali e multinazionali nonché di associazioni di categoria, sia per la difesa giudiziale sia per l’attività di consulenza stragiudiziale, con particolare attenzione alle problematiche relative al diritto ambientale e al diritto penale del lavoro.

    Membro e consulente esterno di diversi organismi di vigilanza ai sensi dell’art. 6 lettera b del D.Lgs. 231/01.
    Dal 1998 collaborazione presso lo Studio Legale Lageard, consulenza giudiziale e stragiudiziale nel diritto penale industriale.

    Pubblicazioni Maurizio Bortolotto

    Numerose sono le sue pubblicazioni e collaborazioni editoriali in materia di diritto penale. Tra queste si indicano:

    • “Diritto penale dell’impresa”, diretto da Cesare Parodi, Giuffrè Editore, Ottobre 2016.
    • “Delitti ambientali e D.Lgs. n. 231/2001: problematiche applicative” in Ambiente e Sicurezza, 2016, n. 2, pag. 99;
    • “Delitti contro l’ambiente: quale relazione tra dolo e colpa?” in Ambiente e Sicurezza, 2015, n. 22, pag. 106;
    • “I nuovi delitti ambientali (l. 22 maggio 2015, n. 68)” Cesare Parodi, Mario Gebbia, Maurizio Bortolotto, Valentina Corino, Giuffré Editore, Milano, giugno 2015.
    • “Discariche abusive e discariche non autorizzate” in Ambiente e Sicurezza, 2015, n. 4, pag. 38
    • “Autorizzazione Integrata Ambientale: le modifiche all’apparato sanzionatorio” in Ambiente e Sicurezza, 2014, n. 22, pag. 79
    • “I gestori di esercizi pubblici e la responsabilità per inquinamento acustico” in Ambiente e Sicurezza, 2014, n. 20, pag. 49
    • “Rifiuti liquidi, autospurgo e responsabilità penali” in Ambiente e Sicurezza, 2014, n. 18, pag. 106
    • “La confisca nei reati ambientali” in Ambiente e Sicurezza, 2014, n. 16, pag. 82
    • “Proprietario o gestore del sito non responsabile della contaminazione: le novità introdotte dal decreto “Destinazione Italia” in Ambiente e Sicurezza, 2014, n. 14, pag. 88
    • “Combustione illecita di rifiuti: gli strumenti per l’efficacia delle nuove disposizioni” in Ambiente e Sicurezza, 2014, n. 12, pag. 73
    • Modelli di gestione e organizzazione: strumento di difesa per gli enti?” in Ambiente e Sicurezza, 2014, n. 5, pag. 19
    • “Traffico illecito di rifiuti e reati ambientali ordinari” in Ambiente e Sicurezza, 2014, n. 4, pag. 107
    • “Condotta imprudente del lavoratore la valutazione tra nesso e colpa” in Ambiente e Sicurezza, 2013, n. 19, pag. 27
    • “La delega in materia ambientale aspetti legislativi e giurisprudenziali” Mario Gebbia, Maurizio Bortolotto in Ambiente e Sicurezza 5, 2013, p. 72
    • Commento all’articolo 25 bis del D.Lgs. 231/01 destinato al commentario D.Lgs. n.231/01 Zanichelli;
    • “Vigilanza e controllo: i ruoli dell'Organismo di Vigilanza e dell'Internal Auditing” in Rivista 231, la Responsabilità amministrativa delle società e degli enti,1-2013, pag. 109;
    • “La 231 ambientale”, Cesare Parodi, Mario Gebbia, Maurizio Bortolotto, Gruppo 24 ore, Milano, maggio 2012.
    • “Modello Organizzativo e piccole imprese: quale realtà?” in Rivista 231, la Responsabilità amministrativa delle società e degli enti, 2010, 2, p. 83
    • “D.Lgs. 231/2001: quale ruolo per i Modelli Organizzativi certificati?” in Rivista 231, la Responsabilità amministrativa delle società e degli enti, 2011, 1, p. 177
    • “Modello organizzativo e reati ambientali: luci e ombre nel rapporto con il Testo Unico sull'ambiente” in Rivista 231, la Responsabilità amministrativa delle società e degli enti, 2012, 1;
    • Modelli organizzativi e sistemi OHSAS 18001, in Reati Societari, 2011.

    Docenza e partecipazione a convegni in qualità di relatore presso Enti universitari italiani in tema di diritto penale dell’impresa e dell’ambiente nonché per Enti privati ed Associazioni di categoria (es: Confindustria Piemonte, Confindustria Valle d’Aosta, Unione industriale Asti, Federmanger, Apdai, Scuola di Amministrazione Aziendale Università degli Studi di Torino, Associazione Italiana Dottori Commercialisti Milano, Camera penale di Torino). Si segnalano tra gli altri:

    • 27/11/2015 – Ordine Avvocati di Torino, Ordine degli Ingegneri di Torino, Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili - Seminario di studio: Il mondo 231 – intervento dal titolo “Delitti contro la Pubblica Amministrazione”;
    • 30/6/2015 - Unione industriale di Torino: “I nuovi delitti in materia ambientale”;
    • 7/11/2014 – Paradigma Milano - Intervento dal titolo “Le attività di indagine e le garanzie difensive per gli illeciti ex d.lgs. 231/01”;
    • 28/05/2014- Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Biella – Unione industriale biellese - Intervento dal titolo “L’attività di verifica dell’OdV e la sua responsabilità - Casi pratici in tema di responsabilità dell’OdV;
    • 26/05/2014 – Unione Industriali Torino - Intervento dal titolo “Novità giurisprudenziali in materia di modello organizzativo e attività dell’Organismo di Vigilanza”;
    • 26/11/2013 – Unione Industriali Torino - Intervento dal titolo “La difesa del modello organizzativo nel processo penale”;
    • 30/11/2011 – Unione Industriali Valle d’Aosta - Intervento dal titolo “D.lgs. 231/01, le fattispecie colpose in tema di sicurezza sul lavoro e ambiente. Cenni”;
    • 16/11/2011 – Banca CR Firenze - Intervento dal titolo “L’effettività della viglianza OdV nei Gruppi e rapporto tra OdV e altri Organi/Funzioni di controllo”.
    http://www.gbpenalisti.it/sites/default/files/styles/slide_home/public/valentina-corino.jpg?itok=a_k5cPE3

    Valentina Corino

    Avvocato

    Valentina CORINO
    valentina.corino@gbpenalisti.it

    Avvocato iscritto al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Torino dall’8 novembre 2010.
    Laureata nell’aprile del 2007 in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Torino con una tesi in Diritto dell’Ambiente, conseguendo la votazione di 110/110 Lode e Menzione

    Aree di specializzazione:

    1. Diritto penale del lavoro (infortuni sul lavoro, malattie professionali);
    2. Aspetti applicativi del decreto D.lgs. 231/01 in tema di responsabilità amministrativa degli enti (redazione modelli organizzativi, implementazione sistemi di gestione e governance);
    3. Diritto penale dell’ambiente;
    4. Diritto penale societario.

    Esperienze professionali:

    Nell’anno 2016 viene associata dallo Studio Gebbia Bortolotto Penalisti Associati, con cui collabora già dal 2011.

    Ha maturato significativa esperienza nella gestione dei profili penali connessi alle tematiche del diritto penale ed, in particolare, del diritto penale d’impresa (d.lgs. 81/08, d.lgs. 152/06, d.lgs. 231/01)
    Consulente, nelle suddette materie, di diverse aziende nazionali e multinazionali.
    Ha partecipato, in qualità di difensore, in numerosi processi per reati commessi in violazione delle norme poste a tutela della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, ambientali e contro l’incolumità pubblica, anche con riferimento alle implicazioni connesse con il sistema di responsabilità di cui al d.lgs. 231/01.
    Svolge attività di consulenza agli organismi di vigilanza, ai sensi del D.lgs. 231/01, per l’attività di audit e controllo sull’effettiva applicazione dei modelli organizzativi e delle relative procedure per importanti aziende e gruppi industriali italiani.
    Nel 2007 ha iniziato la pratica professionale presso lo Studio Lageard di Torino, continuando tale collaborazione anche dopo il conseguimento della abilitazione alla professione di Avvocato presso la Corte di Appello di Torino nella sessione d'esame 2009-2010.

    Pubblicazioni Valentina Corino

    Ha svolto attività di docenza in materia di sicurezza sul lavoro, normativa ambientale e responsabilità amministrativa degli enti presso Aziende e Gruppi italiani e stranieri, associazioni di categoria, società di consulenza. Inoltre, si segnalano:

    • Diritto penale dell'impresa, diretto da Cesare Parodi, Giuffrè Editore, Ottobre 2016;
    • Nuove ipotesi di confisca nei reati ambientali, in Ambiente & Sicurezza, 2016, n.18, pag. 102;
    • Disastro innominato e disastro ambientale riflessi sulla disciplina della prescrizione, in Ambiente & Sicurezza, 2016, n. 12, pag. 52;
    • Rottami ferrosi e non ferrosi. Le insidie della raccolta, tra “privati” e “ambulanti”, in Ambiente & Sicurezza, 2016, n. 10, pag. 68;.
    • L’estinzione dei reati ambientali ex parte sesta-bis del D.Lgs. n. 152/2006: molti problemi ancora da risolvere, in Ambiente e Sicurezza, 2016, n. 6, pag. 81;
    • Unione industriale di Torino in data 30 giugno 2015 “I nuovi delitti in materia ambientale”;
    • Convegno organizzato in data 30 maggio 2013 da La rete delle istituzioni scolastiche della Valle di Susa “Enti Locali e Dirigenti Scolastici oltre il conflitto”, con un intervento dal titolo “Tutela Legale dei Dirigenti Scolastici, degli Insegnanti e dei Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione”;
    • Convegno organizzato in Roma, 6 dicembre 2012, intervento dal titolo “Il processo ThyssenKrupp: elementi processuali e commento alla sentenza di I° grado”;
    • Convegno organizzato in data 12 aprile 2012 da Ecosafe S.rl. e FIRAS-SPP “Sistemi di gestione ed adempimenti 2012 per le imprese”, intervento dal titolo “Il caso Thyssen: prevenzione legale: quadro accusatorio e controversie, responsabilità civile e penale dei soggetti obbligati, punti critici del sistema di gestione”.
    • “I nuovi delitti ambientali (l. 22 maggio 2015, n. 68)” Cesare Parodi, Mario Gebbia, Maurizio Bortolotto, Valentina Corino, Giuffré Editore, Milano, giugno 2015.
    • Coautrice del manuale “Codice in materia di protezione dei dati personali D.lgs. 30 giugno 2003, n° 196 - Gli articoli da sapere, le norme e i comportamenti da rispettare” edito dalla CNA di Torino nel 2006, giunto alla terza edizione.

    Il Team

    Elisa Accornero

    Avvocato

    elisa.accornero@gbpenalisti.it
    Inizia la collaborazione con lo Studio Gebbia Bortolotto Penalisti Associati ancor prima della laurea in giurisprudenza, conseguita presso l’Università degli Studi di Torino nel febbraio 2012, con tesi in diritto bancario-fallimentare. Consegue l’abilitazione alla professione di Avvocato presso la Corte di Appello di Torino nella sessione d'esame 2013-2014. Nel corso della sua attività professionale ha maturato significativa esperienza nell’ambito del diritto penale dell’impresa, con particolare attenzione agli aspetti applicativi del D.lgs. 231/07 in tema di antiriciclaggio in relazione al mondo del Real Estate, e dal 2014 è membro di diversi Organismi di Vigilanza ai sensi del D.lgs. 231/01.

    Carola Boggio Marzet

    Avvocato

    carola.boggio@gbpenalisti.it
    Dopo essersi laureata presso l’Università degli Studi di Torino, nel febbraio 2013, con tesi in diritto processuale penale, nel 2015 consegue un Master di II livello frequentando la Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali “Bruno Caccia e Fulvio Croce”. Ottiene l’abilitazione all’esercizio della professione forense presso la Corte di Appello di Torino, nella sessione d'esame 2014 -2015. Nel corso della sua attività professionale ha maturato significativa esperienza nel diritto penale d’impresa, anche in relazione agli aspetti applicativi della Legge 190/2012 in materia di misure di prevenzione della corruzione.

    Attività Esterne

     
    Pubblicazioni
     
    Convegni

    Numerose sono le pubblicazioni e collaborazioni editoriali nelle materie sopra indicate da parte dei professionisti dello Studio. Tra queste si indicano:

    • "La valutazione del Modello organizzativo: perizia e consulenza sul modello nel processo penale?", in Rivista 231 – La responsabilità amministrativa delle società e degli enti, pag. 109, n.2-2017;
    • "Gli obblighi di sicurezza per cedere macchine usate", in Ambiente & Sicurezza, 2017, n.6, pag.22;
    • "La delega ambientale come validazione dei mog", in Ambiente & Sicurezza, 2017, n.6, pag.100;
    • "Disastro e inquinamento, confronto e applicabilità", in Ambiente & Sicurezza, 2017, n.5, pag.91;
    • "Nuovi delitti ambientali sotto i riflettori dei giudici", in Ambiente & Sicurezza, 2017, n.3, pag.94;
    • “Emissioni olfattive e art. 674 del codice penale”, in Ambiente & Sicurezza, 2017, n.2, pag.97;
    • "Il ravvedimento operoso nei delitti ambientali", in Ambiente & Sicurezza, 2017, n.1, pag. 121;
    • "Diritto penale dell'impresa", diretto da Cesare Parodi, Giuffrè Editore, Ottobre 2016;
    • "Nuove ipotesi di confisca nei reati ambientali", in Ambiente & Sicurezza, 2016, n.18, pag. 102;
    • "Prescrizione ambientale: una disciplina in evoluzione", in Ambiente & Sicurezza, 2016, n. 16, pag. 87.
    • "Superamento concentrazione soglia di rischio e nuovi delitti ambientali: quale rilevanza?", in Ambiente & Sicurezza, 2016, n. 14, pag. 84.
    • "Disastro innominato e disastro ambientale riflessi sulla disciplina della prescrizione", in Ambiente & Sicurezza, 2016, n. 12, pag. 52;
    • "Rottami ferrosi e non ferrosi. Le insidie della raccolta, tra "privati" e "ambulanti", in Ambiente & Sicurezza, 2016, n. 10, pag. 68;.
    • "L'estinzione dei reati ambientali ex parte sesta-bis del D.Lgs. n. 152/2006: molti problemi ancora da risolvere", in Ambiente e Sicurezza, 2016, n. 6, pag. 81;
    • "Legge 68/15 ed estinzione dei reati ambientali: quale ambito di applicazione?", in Ambiente & Sicurezza, 2016, n. 4, pag. 72.
    • “Delitti ambientali e D.Lgs. n. 231/2001: problematiche applicative” in Ambiente & Sicurezza, 2016, n. 2, pag. 99;
    • “Delitti contro l’ambiente: quale relazione tra dolo e colpa?” in Ambiente & Sicurezza, 2015, n. 22, pag. 106;
    • “Il D.lgs. n. 105/2015 in materia di rischi di incidenti rilevanti, in Ambiente & Sicurezza, 2015, n. 18, pag. 85;
    • “L’omessa bonifica nel sistema sanzionatorio ambientale”, in Ambiente & Sicurezza, 2015, n. 16, pag. 95;
    • “I nuovi delitti ambientali (l. 22 maggio 2015, n. 68)” Cesare Parodi, Mario Gebbia, Maurizio Bortolotto, Valentina Corino edito da Giuffré Editore, Milano, giugno 2015;
    • “Reati ambientali ed esclusione della punibilità per tenuità del fatto: quali prospettive?” in Ambiente & Sicurezza, 2015, n. 14, pag. 72;
    • “La nuova rilevanza penale delle condotte di ” in Ambiente & Sicurezza, 2015, n. 12, pag. 101;
    • “Quali garanzie per le attività di campionamento ed analisi” in Ambiente & Sicurezza, 2015, n. 8, pag. 83;
    • “Reato di disastro ambientale: il momento della ‘consumazione’”, in Ambiente & Sicurezza, 2015, n. 6, pag. 103;
    • “Discariche abusive e discariche non autorizzate” in Ambiente & Sicurezza, 2015, n. 4, pag. 38;
    • “Riutilizzo di residui e normativa sui rifiuti”, in Ambiente & Sicurezza, 2015, n. 2, pag. 60;
    • “Autorizzazione Integrata Ambientale: le modifiche all’apparato sanzionatorio” in Ambiente & Sicurezza, 2014, n. 22, pag. 79;
    • “I gestori di esercizi pubblici e la responsabilità per inquinamento acustico” in Ambiente & Sicurezza, 2014, n. 20, pag. 49;
    • “Rifiuti liquidi, autospurgo e responsabilità penali” in Ambiente & Sicurezza, 2014, n. 18, pag. 106;
    • “La confisca nei reati ambientali” in Ambiente & Sicurezza, 2014, n. 16, pag. 82;
    • “Proprietario o gestore del sito non responsabile della contaminazione: le novità introdotte dal decreto “Destinazione Italia” in Ambiente & Sicurezza, 2014, n. 14, pag. 88;
    • “Combustione illecita di rifiuti: gli strumenti per l’efficacia delle nuove disposizioni” in Ambiente & Sicurezza, 2014, n. 12, pag. 73;
    • “Modelli di gestione e organizzazione: strumento di difesa per gli enti?” in Ambiente & Sicurezza, 2014, n. 5, pag. 19;
    • “Autorizzazione integrata ambientale: le modifiche dell’ apparato sanzionatorio ” in Ambiente & Sicurezza, 2014, n. 22, pag. 79;
    • “La delega in materia ambientale aspetti legislativi e giurisprudenziali” Mario Gebbia, Maurizio Bortolotto in Ambiente & Sicurezza 5, 2013, p. 72;
    • “Gestione dei rifiuti in cantiere: i soggetti penalmente responsabili”, in Ambiente & Sicurezza, 2013, pag. 79;
    • “Condotta imprudente del lavoratore: la valutazione tra nesso e colpa” in Ambiente & Sicurezza, 2013, pag. 27;
    • “Vigilanza e controllo: i ruoli dell'Organismo di Vigilanza e dell'Internal Auditing” in Rivista 231, la Responsabilità amministrativa delle società e degli enti,1-2013, pag. 109;
    • “La 231 ambientale”. Cesare Parodi, Mario Gebbia, Maurizio Bortolotto, Gruppo 24 ore, Milano, maggio 2012;
    • “Modello Organizzativo e piccole imprese: quale realtà?” in Rivista 231, la Responsabilità amministrativa delle società e degli enti, 2010, 2, p. 83;
    • “D.Lgs. 231/2001: quale ruolo per i Modelli Organizzativi certificati?” in Rivista 231, la Responsabilità amministrativa delle società e degli enti, 2011, 1, p. 177;
    • “Modello organizzativo e reati ambientali: luci e ombre nel rapporto con il Testo Unico sull'ambiente” in Rivista 231, la Responsabilità amministrativa delle società e degli enti, 2012, 1;
    • Modelli organizzati e sistemi OHSAS 18001, in Reati Societari, 2011;
    • “Soluzione sottoprodotto: scelta a rischio contestazione per il produttore del residuo”, in Ambiente & Sicurezza 2011, 10, 85;
    • “Quale tutela per gli operatori nelle forniture ai cantieri?” in Ambiente & Sicurezza, 2010, 2, 27;
    • “Le novità sulla delega tra limiti e dovere di controllo”, in Ambiente & Sicurezza, 2009;
    • “Il divieto di subdelega sui doveri della sicurezza è solo un mito da sfatare?” in Ambiente & Sicurezza, focus T.U. articolo, 2009, n. 11;
    • “I soggetti penalmente responsabili in materia di sicurezza e igiene sul lavoro”, Il sole 24 ore, Milano, 2008;
    • “Tra delega e data certa alcune importanti riflessioni sulla valutazione del rumore”, in Ambiente & Sicurezza, 2008, 18;
    • “Dalla detentiva alla sostitutiva le previsioni sanzionatorie per i soggetti della sicurezza”, in Ambiente & Sicurezza, 2008, 13;
    • “Responsabilità amministrativa: dubbi di costituzionalità delle sanzioni”, in Ambiente & Sicurezza, 2007, 19;
    • “Il riassetto dell’apparato sanzionatorio tra violazione sostanziale e formale”, in Ambiente & Sicurezza, 2007, 18;
    • “Il piano di riforma della sicurezza tra misure operative e delega al Governo”, in Ambiente & Sicurezza, 2007, 17;
    • “Pro e contro del D.Lgs. n. 257/2006 tra abrogazioni e nuove disposizioni” in Ambiente & Sicurezza, 2006, 23;
    • “Il D.Lgs. n. 195 e la protezione acustica: principali problematiche interpretative”, in Ambiente & sicurezza, 2006, 19;
    • “Inquinamento e omessa bonifica: un presupposto di fatto ed una condotta omissiva a patto che siano riferibili alla stessa persona fisica. Nota sull’art. 51 bis d.lgs. 22/1997”, in Sicurezza e Notizie, 1;
    • “Inquinamento e omessa bonifica: un presupposto di fatto ed una condotta omissiva a patto che siano riferibili alla stessa persona fisica. Note sull’art. 51 bis D.Lgs. 22/1997“, in GEAM,, 2005, 4.

    Si segnalano i convegni più recenti:

    • 25/1/2016 - Scuola Superiore della Magistratura - Struttura Didattica Territoriale del Distretto della Corte di Appello di Torino – “Sicurezza nella scuola: verso una responsabilità chiara e sostenibile”, con intervento dal titolo “La difesa nei processi per infortuni in sede scolastica: il rifiuto della logica del capro espiatorio”;
    • 19/11/2015 - ASAP Service Management Forum: “Logistica dei ricambi e gestione di rifiuti speciali per l'assistenza tecnica on-site”, con intervento dal titolo “Gestione e trasporto rifiuti da manutenzione: aspetti legali”;
    • 30/6/2015 - Unione industriale di Torino: “I nuovi delitti in materia ambientale”;
    • 21/4/2015 – Optime – “Rischio amianto. Le criticità più ricorrenti nella gestione del rischio. Le responsabilità dei soggetti. La recente giurisprudenza”.
    • 27/11/2015 – Ordine Avvocati di Torino, Ordine degli Ingegneri di Torino, Ordine dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili - Seminario di studio: Il mondo 231 – intervento dal titolo “Delitti contro la Pubblica Amministrazione”;
    • 30/6/2015 - Unione industriale di Torino: “I nuovi delitti in materia ambientale”;
    • 7/11/2014 – Paradigma Milano - Intervento dal titolo “Le attività di indagine e le garanzie difensive per gli illeciti ex d.lgs. 231/01”;
    • 28/05/2014- Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Biella – Unione industriale biellese - Intervento dal titolo “L’attività di verifica dell’OdV e la sua responsabilità - Casi pratici in tema di responsabilità dell’OdV;
    • 26/05/2014 – Unione Industriali Torino - Intervento dal titolo “Novità giurisprudenziali in materia di modello organizzativo e attività dell’Organismo di Vigilanza”;
    • 26/11/2013 – Unione Industriali Torino - Intervento dal titolo “La difesa del modello organizzativo nel processo penale”;
    • 30/11/2011 – Unione Industriali Valle d’Aosta - Intervento dal titolo “D.lgs. 231/01, le fattispecie colpose in tema di sicurezza sul lavoro e ambiente. Cenni”;
    • 16/11/2011 – Banca CR Firenze - Intervento dal titolo “L’effettività della viglianza OdV nei Gruppi e rapporto tra OdV e altri Organi/Funzioni di controllo”.
    • Convegno organizzato in data 30 maggio 2013 da La rete delle istituzioni scolastiche della Valle di Susa “Enti Locali e Dirigenti Scolastici oltre il conflitto”, con un intervento dal titolo “Tutela Legale dei Dirigenti Scolastici, degli Insegnanti e dei Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione”;
    • Convegno organizzato in Roma, 6 dicembre 2012, intervento dal titolo “Il processo ThyssenKrupp: elementi processuali e commento alla sentenza di I° grado”;
    • Convegno organizzato in data 12 aprile 2012 da Ecosafe S.rl. e FIRAS-SPP “Sistemi di gestione ed adempimenti 2012 per le imprese”, intervento dal titolo “Il caso Thyssen: prevenzione legale: quadro accusatorio e controversie, responsabilità civile e penale dei soggetti obbligati, punti critici del sistema di gestione”.